Il cuore materno di Dio


1Giovanni 4:7

Dio è amore

Dalla radice della parola amore deriva la parola mamma dal latino mater assume un significato ancora più profondo e cioè


“Colei che dona il suo corpo sopportando il dolore affinché il frutto dell’amore venga alla vita”.

Cosa ci ricorda questo?

Isaia 53:5

5 Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.

Gesù è la massima espressione del cuore materno di Dio, non a caso senza di Lui non possiamo nascere di nuovo. Senza di Lui non possiamo nutrirci del puro latte della Parola.

Isaia 66

12 Poiché così dice l'Eterno: «Ecco, io farò giungere a lei la pace come un fiume e la ricchezza delle nazioni come un torrente che straripa, e voi sarete allattati, sarete portati sui suoi fianchi e accarezzati sulle sue ginocchia. 13 Come una madre consola il proprio figlio, così io consolerò voi e sarete consolati in Gerusalemme.

  • Allattati: Di cosa ti stai cibando? Qual’è il tuo pane quotidiano?

Isaia 30:15

Poiché così dice il Signore, l'Eterno, il Santo d'Israele: «Nel tornare a me e nel riposare in me sarete salvati; nella calma e nella fiducia sarà la vostra forza». Ma voi non avete voluto

Il momento dell’allattamento è un oasi di ristoro e ricarica nel quale il bambino fortifica il suo intero essere. Il suo corpo prende i nutrienti per restare sano e in forma. La sua anima si rassicura perché il suo orecchio sarà poggiato sul petto della madre dal quale potrà sentire il battito del suo cuore ripieno d’amore.

Abbiamo fame di Dio?

-Portati sui suoi fianchi: Chi ha il timone della tua vita? Cosa stai guardando?

Marco 10

15 In verità vi dico che chiunque non riceve il regno di Dio come un piccolo fanciullo, non entrerà in esso». 16 E, presili in braccio, li benedisse, imponendo loro le mani.

Ricercare le braccia del Signore significa, accettare di perdere il controllo sui nostri passi e sul nostro punto di vista.

Significa fidarsi ciecamente della Sua volontà al di là della quale non esiste benedizione.

Ci fidiamo veramente di Dio?


-Accarezzati sulle sue ginocchia: Da chi corri quando hai paura?

Colossesi 2:2

affinché i loro cuori siano consolati, essendo essi uniti insieme nell'amore, ed ottengano tutte le ricchezze della piena certezza d'intelligenza per la conoscenza del mistero di Dio e Padre e di Cristo.

Salire sulle ginocchia di Dio significa staccare i piedi dal mondo che ci circonda. Restiamo sospesi sulle sue ginocchia per ricevere le dolci carezze della Sua consolazione.

L’incertezza lascia il posto alla sicurezza che il Suo amore certamente cambierà la nostra condizione difficile in benedizione e la paura lascerà il nostro cuore per sempre.

1Giovanni 4:18

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura, perché la paura ha a che fare con la punizione, e chi ha paura non è perfetto nell'amore.

Solo Gesù può amarci di un’amore perfetto. Corriamo sulle Sue ginocchia.

CONCLUSIONE

La più grande prova che ci sentiamo amati è la forza di affermare quanto afferma Davide nel Salmo 23:4


"Quand'anche camminassi nella valle dell'ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me".




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti